Roma. L'arcivescovo Roberto riceve il Pallio dal Santo Padre nella solennità dei Santi Pietro e Paolo

Time to read
1 minute
Read so far

Roma. L'arcivescovo Roberto riceve il Pallio dal Santo Padre nella solennità dei Santi Pietro e Paolo

Sab, 06/29/2019 - 09:04
Posted in:

 

COMUNICATO STAMPA

Monsignor Roberto Carboni, arcivescovo eletto di Oristano, sabato 29 giugno ha ricevuto da Papa Francesco il pallio nella basilica di San Pietro

Nel corso della Messa per la solennità dei Santi Pietro e Paolo, sabato 29 giugno, Papa Francesco nella basilica di San Pietro (ore 9,30) ha benedetto e consegnato il pallio a 29 nuovi metropoliti provenienti  da tutte le parti del mondo, tra cui monsignor Roberto Carboni, arcivescovo eletto di Oristano, e nostro amministratore apostolico. L'arcivescovo Roberto ha avuto l'onore di essere uno dei concelebranti principali, affiancando il Santo Padre durante la Preghiera Eucaristica.

Il pallio, segno di  comunione con il Papa e impegno per i vescovi ad essere strumenti di comunione, è uno stemma liturgico d’onore e di giurisdizione e simboleggia la pecora smarrita e il Buon Pastore che dà la vita per il suo gregge. Il pallio, inizialmente riservato al Papa, è una fascia di lana bianca -  larga 4-6 centimetri, ornata di sei croci e frange di seta nera, le cui due estremità ricadono sul petto e sulle spalle, che l’arcivescovo indossa nelle cerimonie particolarmente solenni all’interno della sua arcidiocesi o delle chiese suffraganee della sua provincia ecclesiastica.

Fino al 2013 in occasione della festività dei santi Pietro e Paolo il Pontefice benediceva e imponeva personalmente a ciascun arcivescovo il pallio. Papa Francesco dal 2014 ha cambiato cerimoniale: nella basilica di San Pietro il pallio benedetto viene dal Pontefice consegnato a ciascun vescovo. Sarà poi il nunzio apostolico, il rappresentante del Papa nei diversi stati, a imporre il pallio all’arcivescovo metropolita nella sua Cattedrale. Una novità voluta dal Santo Padre per rendere le chiese locali e le diocesi partecipi di un evento di comunione ecclesiale, nel passato per ragioni logistiche ed economiche riservato a quanti potevano raggiungere Roma.

Una cerimonia che nel duomo oristanese avrà luogo con tutta probabilità tra la fine di settembre e ottobre prossimi. Fino ad allora mons. Roberto Carboni non potrà indossare il pallio. Neppure domenica 7 luglio quando farà il suo ingresso ufficiale nell’arcidiocesi arborense. I nostri più sinceri auguri all'arcivescovo Roberto, ormai prossimo all'ingresso nell'arcidiocesi di Oristano.

 

L’Ufficio Stampa 

Diocesi di Ales-Terralba