Convegno Interdiocesano - Convegno per la custodia del Creato

Time to read
1 minute
Read so far

Convegno Interdiocesano - Convegno per la custodia del Creato

Lun, 09/23/2019 - 13:39
Posted in:

L’ufficio della Pastorale sociale e del Lavoro della diocesi Ales-Terralba, in collaborazione con la Caritas di Ales-Terralba e la Caritas Arborense, il Centro Culturale d’Alta Formazione ha raccolto l’invito di Papa Francesco di celebrare questo “tempo del creato”. Per questo ha organizzato un incontro di riflessione per il pomeriggio del 2 ottobre nella sede del Centro Culturale di Alta Formazione (Villacidro, via Vittorio Emanuele n. 15 – ex Seminario). Il convegno interdiocesano è realizzato in collaborazione con Sardegna Solidale, associazione per la difesa del creato di Guspini e Progetto Comune di Villacidro per affrontare un tema di grande attualità: come la difesa del pianeta ma anche del nostro territorio.

Un incontro che vuole sensibilizzare e coinvolgere la comunità La Giornata per la Custodia del Creato

è, quest’anno, un’occasione per soffermarsi a “conoscere e comprendere la realtà fragile e preziosa della biodiversità, di cui anche la nostra terra è così ricca.” (Messaggio per la Giornata Nazionale per la Custodia del Creato 2019) “Il Papa ha mandato un messaggio invitando i fedeli cattolici di tutto il mondo ad unirsi alle varie confessioni cristiane e agli ortodossi, ma anche a tutti gli uomini e donne di buona volontà chiamati a promuovere, nel contesto della crisi ecologica che stiamo vivendo e che riguarda ognuno di noi, la custodia della rete della vita di cui facciamo parte”, afferma don Angelo, direttore dell’ufficio pastorale sociale e del lavoro. “ Dice, infatti, il Papa “..da oggi fino al 4 ottobre, festa di Aan Francesco d’Assisi, è un tempo favorevole alla lode di Dio per tutte le creature e all’assunzione di responsabilità di fronte al grido della terra”. E aggiunge: “E’ necessaria una conversione ecologica secondo le prospettive dell’ecologia integrale che coinvolga, nel dialogo e nella pace tra le diverse fedi, culture, stati e continenti, l’umanità tutta. In particolare, è necessario che anche nel nostro territorio possiamo vivere sostenibilmente. Noi dobbiamo e possiamo con la coscientizzazione di tutti salvare la terra che abitiamo”.