Pellegrinaggio diocesano in Terra Santa

Time to read
1 minute
Read so far

Pellegrinaggio diocesano in Terra Santa

Ven, 09/20/2019 - 12:13
Posted in:

Pellegrinaggio diocesano in Terra Santa

 

Il cammino nella Terra di Gesù, là dove tutto ha avuto inizio, ha coinvolto preti e laici della nostra diocesi in un intenso pellegrinaggio guidato dal vescovo Roberto Carboni. Suggestiva la visita della prima giornata a Nazareth, Cana di Galilea e Monte Tabor. Non è mancato il ricordo nella preghiera per tutta la comunità diocesana e specialmente per quanti, pur non presenti fisicamente si sono uniti a noi spiritualmente. Il secondo giorno ci ha condotti verso Magdala, Lago di Tiberiade, Tagba e Cafarnao, per giungere in serata a Gerusalemme, la Città Santa. Le celebrazioni eucaristiche, presiedute dal Vescovo hanno assunto un ulteriore fascino nel pensare che quella terra è stata calcata dal Signore e da lì è scaturito il mandato di evangelizzare le genti. Non poteva mancare l’immersione nel Fiume Giordano e la successiva visita a Masada e Gerico. La preghiera sul Monte degli Ulivi, nella cappellina dell’Ascensione, in quella del Dominus Flevit e il Giardino Getsemani sono state emozionanti e hanno lasciato un ricordo indelebile nei presenti. Così è stato a Betlemme con la rispettiva la Basilica e Grotta della Natività: qui il Verbo si è fatto carne… il nostro atteggiamento è stato quello di profonda adorazione e contemplazione del Mistero di Dio fatto uomo. Il quinto giorno è stato riservato alla visita del quartiere ebraico con vista sulla spianata del Tempio, sala del Cenacolo e le chiese della Dormizione e di San Pietro in Gallicantu con la Scala Santa e il belvedere. Martedì 17 la Santa Messa al Sepolcro alle ore 7, e Sant’Anna con la piscina Probativa, Arco dell’Ecce Homo, Cappella della Flagellazione, Via Dolorosa e Santo Sepolcro comprendente Il Calvario e il luogo della Resurrezione. Al pomeriggio visita ad Ain Karem, alla Chiesa della Visitazione e alla Chiesa crociata di S. Giovanni Battista. Ultimo giorno Santa Messa ad Emmaus nella Chiesa dei due Discepoli, per poi trasferirsi all’aeroporto Ben Gurion. 

Un ringraziamento particolare al Vescovo Mons. Roberto Carboni per la sua paterna presenza, a don Antonio Massa per aver guidato spiritualmente tutto il gruppo dei pellegrini.